WELFARE INTEGRATIVO: PER IL CHIMICO FARMACEUTICO OPERATIVO IL FONDO TRIS

CGIL - CISL - UIL
SCIOPERO DI E-DISTRIBUZIONE
Novembre 19, 2020
welfare integrativo fondo tris

Fabio Pennati, Uiltec Lombardia: “Il fondo tris rappresenta la più grande deroga alla legge Fornero”

Milano 05 febbraio 2021 – Un welfare “fai da te”. Così possono essere definiti i fondi bilaterali che hanno sostenuto lavoratori e aziende specialmente durante la pandemia da Covid-19.
Un welfare integrativo in che nasce dalla contrattazione collettiva, da un accordo tra i sindacati e le organizzazioni datoriali che può svolgere una funzione a livello nazionale e territoriale.

E da gennaio è operativo anche il Fondo TRIS, un fondo di solidarietà bilaterale creato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze per i lavoratori del settore chimico e farmaceutico e definito dalle parti durante la contrattazione del contratto collettivo nazionale di lavoro nel luglio del 2018.

Questo tipo di fondo è previsto come sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa ed eroga prestazioni emergenziali che, in alcuni casi, agevolano la maturazione del diritto alla pensione.

Un vero e proprio paracadute che già altre categorie (vedi fondo FSBA per gli artigiani) hanno potuto utilizzare nel corso dei mesi più duri della pandemia (FSBA ha erogato in Lombardia 350 milioni di euro gestendo 40.000 domande di cassa integrazione covid e che hanno visto coinvolto oltre 150.000 lavoratori).

<<<Il fondo tris è un punto di equilibrio notevole – sottolinea Fabio Pennati, Segretario Generale Uiltec Lombardia – che è stato raggiunto dalle parti durante la contrattazione del contratto
collettivo nazionale di lavoro nel luglio del 2018. Potenzialmente si rivolge a tutti i lavoratori, anche dirigenti. Non c’è infatti un limite numerico aziendale e pertanto potenzialmente si rivolge
a oltre 230.000 lavoratori addetti dell’industria chimico farmaceutica compresi i dirigenti. Possiamo definire il fondo TRIS la più grande deroga alla legge Fornero che sia mai stata fatta in quanto appunto consente di lavorare devi accedere alle prestazioni se nell’arco di 5 anni raggiungo i requisiti pensionistici.>>

Servizio integrale su www.sindacato.tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti